top of page

Didattica: glossarietto per insegnanti di italiano

Divertissement sul gergo della didattica delle lingue

15 ottobre 1999

c2

Roberto Tartaglione

No

I materiali di Matdid sono scaricabili liberamente come supporto per lezioni di italiano. Ne è vietata la pubblicazione su carta o in formato digitale salvo autorizzazione.

Scherzoso vocabolarietto relativo ai termini più di moda nel linguaggio di chi si occupa di didattica delle lingue straniere e dell'italiano in particolare


 

APPROCCIO - vedi metodo.


AUTENTICO - materiale didattico scritto da nativi per nativi: frasi del tipo il gatto dello psicanalista sta sullo xilofono sono ammesse solo nel caso che lo psicanalista dell’autore sia provvisto di gatto non deambulante e di xilofono.


CAPITOLO - vedi unità didattica.


CIVILTÀ (elementi di) - se inseriti nel programma di un corso di lingua, stanno a indicare che durante il corso si parlerà di pasta asciutta, droga, inquinamento, musica leggera e letteratura.


COMPETENZA - quella comunicativa è l’arte di arrangiarsi in una lingua straniera.


COMUNICATIVO - dicesi di approccio che tiene conto del fatto che una lingua serve per comunicare e non per curare l’artrosi cervicale.


CENTRALITÀ DELLO STUDENTE - Tipica posizione degli studenti che si mettono al centro di un gruppo di compagni di corso per nascondersi da eventuali domande dell'insegnante.


CONSAPEVOLEZZA METALINGUISTICA - metafora prediletta da chi si vergogna a dire grammatica.


DEDUTTIVITÀ E INDUTTIVITÀ - in un caso si allude a lezioni divise in una parte di grammatica e una di conversazione; nell’altro a lezioni divise in una parte di conversazione e una di grammatica.


FILTRO, ORGANIZZATORE e MONITOR - tre elaboratori interni che determinano l’apprendimento della lingua straniera. In partic.:

  • filtro - studiare l’italiano può nuocere gravemente alla salute. Se non potete farne a meno fatelo almeno con un buon filtro affettivo.

  • organizzatore - l’elaboratore che determina la situazione in cui l’insegnante dice una cosa e lo studente ne capisce un’altra.

  • monitor - l’elaboratore che provoca il turpiloquio da parte dello studente che s’accorge da solo di avere sbagliato.

INTERLINGUA - quanto dice uno studente prima di imparare a parlare decentemente in una lingua straniera.


LIP - detersivo senza risciacquo (di panni in Arno).


LIVELLO SOGLIA - livello di conoscenza della lingua proprio di chi riesce a comunicare parlando tutto quanto riuscirebbe a comunicare gesticolando.


METODO - vedi approccio.


SILENZIO (fase del) - caratteristica degli studenti che non spiccicano una sola parola nella lingua straniera.

SOPRAVVIVENZA (lingua di) - misterioso idioma carico di connotazioni magiche e rituali: permetterebbe a un immigrato senza permesso di soggiorno di procurarsi un lavoro.


UNITÀ DIDATTICA - vedi capitolo.


bottom of page